Diario al tempo del Coronavirus:”…non vedo l’ora di vedere i miei amici…”

Pubblichiamo un nuovo contributo di uno studente dell’istituto Sarrocchi di Siena:”La vita è molto difficile, devo essere sincero, perché non bisogna avere nessun contatto con le altre persone fuori di casa, però ci sono cose positive e negative. Io per esempio per andare a scuola, dovevo uscire di casa alle 6:00 di mattina e tornavo a casa alle 15:00; poi dalle 17:00 dovevo andare agli allenamenti e tornavo dagli allenamenti alle 20:00, facevo i compiti e stavo quel poco tempo che rimaneva prima di andare a dormire con la mia famiglia. Ora invece sono tutto il giorno in casa insieme ai miei, a mio fratello e a mia sorella: anche se a volte litighiamo, poi ritorno a scherzare con loro.
Una delle cose negative è che non posso uscire con i miei amici e non posso uscire a giocare a calcio, non si può fare un giro in città, non si può vedere nessuno; inoltre alcuni che non hanno i nonni in casa con loro non possono nemmeno vedere i nonni.
Questa situazione ci sta mettendo in difficoltà, infatti io non vedo l’ora che torni tutto alla normalità e soprattutto non vedo l’ora di calciare un pallone”.

Xhavidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *