Diario al tempo del Coronavirus:”…non immaginavo si arrivasse a questo punto…”

Pubblichiamo un nuovo contributo di una studentessa dell’istituto Sarrocchi di Siena:” Caro diario,

penso che questo problema ci ha colto un po’ tutti di sorpresa, per questo c’è stato molto allarmismo. Non sapevamo nulla del virus. Adesso i contagi stanno diminuendo e spero si possa tornare tutto alla normalità il prima possibile. Appena hanno chiuso le scuole, non immaginavo si arrivasse fino a questo punto. Ci sono rimasta male ed ero anche un po’ spaventata per il virus,visto che non si conoscono cure,  per i lavori che sono costretti a chiudere e per l’economia italiana che ha subito dure conseguenze a causa del virus. All’inizio ero confusa visto che l’Italia non aveva adottato misure ben precise e chiare, ma adesso, che sappiamo tutti che bisogna stare a casa per evitare di prendere o favorire l’espansione del virus, sono molto più tranquilla. E’ dura purtroppo stare in casa senza fare tutte quelle attività che facevamo, un cambiamento improvviso nella nostra vita che ci ha influenzati tutti. Ci sono lati positivi ma quelli negativi sono molto di più. Mi ha fatto piacere l’idea dei flashmob, qualcosa di creativo per dare vita a quelle città ormai vuote. E’ come in un film. Il virus ci ha fatto capire l’importanza di quelle attività quotidiane che erano diventate monotone e ci siamo uniti per combattere il virus insieme. Mi dispiace per lo sport, anche se continuo ad allenarmi in casa come meglio si può. E’ una parte di storia che scriveranno nei libri, che le persone studieranno e noi, che abbiamo vissuto di persona questa situazione, che abbiamo fatto parte di un cambiamento importante, ci dovremmo sentire fortunati e dire, in futuro “io c’ero”.

Ilenia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *