Diario al tempo del Coronavirus:”…mi manca il calcio…”

Pubblichiamo un nuovo contributo di uno studente dell’istituto Sarrocchi di Siena:”Caro diario,

ti scrivo per raccontarti una cosa che sta angosciando tante persone nel mondo (compreso me).

Sto parlando di un virus di nome coronavirus che attualmente ha infettato molte persone ed ha ucciso molte persone anziane e di mezza età.

Nei primi giorni di marzo hanno chiuso tutte le scuole in Italia e dopo qualche giorno hanno deciso di bloccare tutti gli sport e poi negozi,outlet ecc…

Gli unici edifici aperti 24 ore su 24 sono i supermercati,farmacie banche e negozi di prima necessità. Questo terribile momento  all’inizio io lo vivevo normalmente,invece ora che è trascorso circa un mese mi sta pesando molto perché devo stare a casa e se proprio devo uscire devo stare molto vicino alla mia casa , poi non posso giocare o uscire con i miei amici per andare in città, e una cosa che mi ha fatto molto male è quella di non poter più fare delle partite o allenamenti di calcio con la mia squadra.

I miei pensieri sono di noia e nel frattempo paura di essere contagiato da  questo nemico invisibile. Spero che questo periodo buio finisca al più presto possibile come tutta la gente se lo augura, e spero di ritornare ai vecchi tempi quando potevo uscire con gli amici e a giocare a calcio.

P.S. ti informerò prossimamente se la situazione migliorerà”.

Ciao a presto.

GIANLUCA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *