Diario al tempo del Coronavirus:”…cinque lettere e due numeri che hanno sconvolto le nostre vite…”

Pubblichiamo un nuovo contributo di una studentessa dell’istituto Sarrocchi di Siena:”COVID 19. Cinque lettere e due numeri… ma chi avrebbe mai pensato che avrebbe sconvolto le nostre vite? Non avrei mai pensato di dover stare in casa obbligatoriamente in seguito ad un decreto emanato dal nostro Presidente del Consiglio. Nonostante tutto, le giornate mi passano abbastanza veloci, tra una videolezione e l’altra, però la noia si fa sentire. Ciò che mi ha sconvolto di più, è stato vedere il mio piccolo paese vicino Siena, deserto, tutto quello che prima mi sembrava normale, i bar aperti, i bambini ai giardinetti, gli anziani che passeggiano, è come se non fosse mai esistito.Più volte nel corso di questa quarantena, mi hanno chiesto se mi mancasse la normalità, credo che la risposta sia abbastanza scontata, Netflix non riesce a colmare la mancanza dei miei amici e le videolezioni non sono nemmeno paragonabili alle lezioni in classe.Sono certa che se tutti rispettiamo le regole, restiamo a casa ed usciamo solo in casi di necessità, questa brutta situazione in cui il nostro paese si è trovato, passerà”.

Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *